Corte di Cassazione: sequestro di somme di denaro presenti su conto corrente cointestato all’indagato e ad un soggetto terzo, no a meccanismi presuntivi

La Corte di Cassazione, Sezione VI, con la sentenza n° 19766 dell’1 luglio 2020, si è pronunciata in tema di sequestro preventivo finalizzato alla confisca diretta del denaro giacente su un conto corrente cointestato all’indagato e ad un soggetto terzo, estraneo al reato.

Leggere di più

Corte di Cassazione: fatture per operazioni inesistenti, individuati alcuni elementi sintomatici della “falsità” della fattura

La Corte di Cassazione, Sezione III, con la sentenza n° 18279 del 16 giugno 2020, si è pronunciata in materia di dichiarazione fraudolenta mediante l’utilizzo di fatture per operazioni inesistenti ai sensi dell’art. 2 D.Lgs. 74/2000, individuando alcuni degli elementi sintomatici della “falsità” della fattura.

Leggere di più

Corte di Cassazione: esercizio di un diritto, esclusa la scriminante ex art. 51 c.p. per ragioni culturali o religiose in caso di reati contro la persona o la famiglia

La Corte di Cassazione, Sezione III, con la sentenza n° 8986 del 5 marzo 2020, si è pronunciata in materia di riconoscimento della scriminante ex art. 51 c.p. per ragioni culturali e religiose, in caso di contestazione dei reati di violenza sessuale o maltrattamenti o violazione degli obblighi di assistenza familiare.

Leggere di più

Corte di Cassazione: reato continuato, quale relazione tra reato associativo e reati scopo?

La Corte di Cassazione, Sezione I, con la sentenza n° 7452 del 25 febbraio 2020, si è pronunciata in tema di reato continuato ex art. 81 c.p., chiarendo la nozione di medesimo disegno criminoso in materia associativa.

Leggere di più

Corte di Cassazione: appropriazione indebita, è reato istantaneo e si consuma con la prima condotta appropriativa

La Corte di Cassazione, Sezione II, con la sentenza n° 15735 del 25 maggio 2020, si è pronunciata in materia di appropriazione indebita, prevista e punita dall’art. 646 c.p., con riferimento all’individuazione del momento consumativo del reato.

Leggere di più

Corte di Cassazione: videoriprese eseguite da privati, sì all’utilizzabilità

La Corte di Cassazione, Sezione V, con la sentenza n° 13779 del 6 maggio 2020, si è pronunciata in tema di utilizzabilità delle videoriprese eseguite da privati con telecamere di sicurezza.

Leggere di più

Corte di Cassazione: D.Lgs. 231/2001, in caso di infortuni sul lavoro il vantaggio per l’ente può consistere nel risparmio di spesa

La Corte di Cassazione, Sezione IV, con la sentenza n° 13575 del 5 maggio 2020, si è pronunciata in materia di responsabilità amministrativa degli enti ex D.Lgs. 231/2001 in caso di reati colposi, nello specifico in caso di infortuni sul lavoro.

Leggere di più

Corte di Cassazione: colpa medica e linee guida, sempre necessaria la valutazione delle concrete condizioni del malato

La Corte di CassazioneSezione IV, con la sentenza n. 10175 del 16 marzo 2020, si è pronunciata in materia di responsabilità medico-chirurgica, con particolare riferimento alla necessità della valutazione del caso concreto nel c.d. giudizio controfattuale.

Leggere di più

Corte di Cassazione: omesso deposito delle scritture contabili, è reato reato proprio istantaneo con effetti eventualmente permanenti

La Corte di CassazioneSezione V, con la sentenza n. 12929 del 24 aprile 2020, si è pronunciata in tema di omesso deposito delle scritture contabili dopo la dichiarazione di fallimento ex art. 220 della Legge fallimentare, con specifico riferimento all'individuazione del momento consumativo del reato ed alla sua natura.

Leggere di più

Corte di Cassazione: D. Lgs. 231/2001, l’ente risponde anche se ha sede all’estero

La Corte di CassazioneSezione VI, con la sentenza n. 11626 del 7 aprile 2020, si è pronunciata in tema di responsabilità amministrativa degli enti ex D. Lgs. 231/2001, in relazione alla sussistenza della giurisdizione nazionale in caso di reato-presupposto commesso in Italia da società avente sede all'estero .

Leggere di più